domenica 22 maggio 2016

Flessibilità?

Due analisi a proposito delle recenti trattative fra Italia e UE sui "margini di flessibilità" dei conti pubblici:


http://sollevazione.blogspot.it/2016/05/eurocraziarenzi-niente-bocciature-che.html


http://contropiano.org/news/politica-news/2016/05/18/quale-flessibilita-renzi-ottenuto-solo-un-po-tempo-079267

1 commento:

  1. Paolo Di Remigio23 maggio 2016 18:05

    Noto in margine quanto sia problematica l'applicazione del principio d'identità: il debito pubblico è la zavorra che impedisce all'economia di volare, il debito pubblico è il male; d'altra parte la flessibilità è il superamento della grettezza burocratica della UE e lo strumento con cui la ripresa eromperà gagliarda più che mai, la flessibilità è il bene; sennonché l'impetrata flessibilità è autorizzazione ad aumentare il debito pubblico: il bene consiste nell'aumento del male.

    RispondiElimina